Città / Stazioni » Foggia

A Foggia l’Help Center si è affermato come il “centro” della rete degli enti ecclesiastici e del privato sociale che curano il fenomeno migratorio e della povertà in città e in Capitanata. Attraverso il continuo raccordo con le strutture di accoglienza e che forniscono servizi ai soggetti disagiati, infatti, l’Help Center ha assurto a ruolo centrale nella definizione delle problematiche degli stessi, vista anche la continuità del servizio fornito dagli operatori e l’appartenenza degli stessi all’associazione “Fratelli della Stazione - onlus”. La presenza di un Centro di Aiuto per coloro che gravitano nei pressi dello scalo ferroviario ha fornito un utile supporto anche alle attività di prevenzione dei crimini della Polizia Ferroviaria ed ha rafforzato la sicurezza e la tranquillità dei viaggiatori, dei lavoratori, nonché degli operatori commerciali presenti in stazione.

L’ Help Center rappresenta, infatti, per chi vive in condizioni di disagio, un sicuro punto di riferimento sia per la soddisfazione dei bisogni primari, quali mangiare, dormire o lavarsi, ma anche per la risoluzione di questioni burocratiche e legali, grazie alla costante presenza settimanale, presso il Centro, degli “Avvocati di Strada”, che forniscono assistenza legale gratuita ai senza fissa dimora che non possono usufruire del beneficio del gratuito patrocinio a spese dello Stato, a causa della mancanza del requisito della residenza anagrafica ed allo sviluppo del progetto “Foglio di Via”, che consente ad alcuni senza fissa dimora una riabilitazione sociale e lavorativa.

Attraverso il servizio di “accompagnamento”, inoltre, gli operatori fanno sì che le persone in condizione di disagio possano usufruire dei servizi a loro destinati in città e nella provincia e che spesso non sono conosciuti dagli stessi. Essi fungono spesso da “mediatori” tra le strutture di accoglienza, le Istituzioni e i richiedenti aiuto e progettano percorsi di reinserimento lavorativo per le persone in difficoltà, per le quali sia possibile pensare un cammino di riabilitazione sociale.



Scheda Help Center

Non ci sono dati disponibili.

Fratelli della Stazione ONLUS


L’associazione che gestisce il centro, la Onlus “Fratelli della Stazione”, nasce da un gruppo di giovani che dal 1998 opera nella stazione di Foggia, inizialmente solo con la distribuzione di pasti caldi e vestiti alle persone senza dimora e si costituisce formalmente nel 2005. Negli anni, attraverso un progressivo e costante lavoro di rete, i Fratelli della Stazione hanno saputo ampliare i loro ambiti di intervento, sempre nell’ottica dell’assistenza ai più deboli. Molto attiva in ambito ecclesiastico, l’associazione è referente per l’immigrazione del Servizio per la Pastorale Giovanile Diocesana dell’Arcidiocesi Foggia-Bovino e parte del Consiglio Ecumenico per il Dialogo Interreligioso. Dal 2006 organizza, con il patrocinio di Provincia di Foggia e Comune di Foggia, in collaborazione con numerosi enti ed associazioni che si interessano di intercultura e dialogo interreligioso in Capitanata, la “Giornata Interetnica”, per mettere in comunicazione i giovani della città e le diverse comunità di migranti presenti sul territorio. Per quanto riguarda le attività specificamente rivolte al mondo degli homeless, i Fratelli della Stazione hanno promosso la creazione, a Foggia, dello sportello dell’Avvocato di Strada, la cui finalità è l’assistenza e la consulenza legale dei senza fissa dimora che, se privi del requisito della residenza anagrafica, non possono usufruire del beneficio del gratuito patrocinio a spese dello Stato. Lo sportello è aperto a cadenza settimanale ed è attualmente sito presso l’Help Center. Anche i Fratelli della Stazione si sono avvicinati al mondo della comunicazione, con la pubblicazione del primo giornale di strada di Capitanata, il mensile “Foglio di Via”, patrocinato dall’assessorato provinciale alle Politiche Sociali. Il giornale consente alle persone senza dimora di percepire un minimo reddito e di dare visibilità a fenomeni tradizionalmente considerati dai media marginali, come l’immigrazione e l’emarginazione sociale.

Servizi Offerti

Il centro è uno sportello di orientamento sociale e di primo intervento. Svolge il compito di:

  • ACCOMPAGNARE le persone in difficoltà, attraverso la progettazione di percorsi di reinserimento sociale e lavorativo per le persone in difficoltà (anche attraverso l'offerta di servizi igienico-sanitari, distribuzione di vivande calde, vestiario e beni di prima necessità, l'inserimento lavorativo nel progetto "Foglio di Via"), le istituzioni, attraverso la partecipazione a tavoli di confronto cittadino, a discussioni e seminari e adeguando così gli strumenti di intervento in funzione dei dati raccolti, la società civile, rendendo trasparenti e visibili le attività dei centri, per sensibilizzare e coinvolgere la società civile nell’affrontare i problemi;
  • INFORMARE le persone in difficoltà rendendo i nodi della rete luogo di informazione sui servizi presenti nel territorio, ma anche sui diritti e i doveri delle persone bisognose, le istituzioni, attraverso la produzione di relazioni puntuali sullo stato del disagio in stazione aggiornando le istituzioni competenti e stimolandone l’adeguamento dei relativi servizi e la gente, comunicando con la società civile le ragioni del disagio e le iniziative per affrontarlo;
  • MONITORARE la stazione, che rende visibile la presenza degli operatori e permette di acquisire la fiducia delle persone in difficoltà, l’evoluzione del disagio, valutando come si modifica lo stato del disagio nel tempo, attraverso processi di analisi ed elaborazione dei dati raccolti, la soddisfazione delle persone in difficoltà, valutando la congruità e la funzionalità dei servizi secondo il mutare delle necessità delle persone bisognose;
  • CONOSCERE i servizi sul territorio, attraverso lo sviluppo di sistemi continui di valutazione e aggiornamento dei servizi presenti, le istituzioni e le associazioni, grazie alla costituzione di una rete di collaborazione con le istituzioni e con le associazione del privato sociale, per comprenderne funzioni e potenzialità e per ottimizzare i servizi in favore delle persone in difficoltà, infine gli strumenti di intervento della rete adeguandoli all’evoluzione dei tempi e delle tecnologie;
  • SEGRETARIATO SOCIALE: indirizzamento ed eventuale accompagnamento verso le strutture che offrono servizi per migranti e indigenti e segreteria degli “avvocati di strada” che offrono consulenza ed assistenza legale.

Orari

Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 20.30.
  • Data apertura Help Center: ottobre 2007

Ubicazione Centro

  • Città: Foggia
  • Stazione: Foggia
  • Numero Stanze: 1
  • Ampiezza totale spazi (mq): 10

Personale Impiegato

  • Operatori: 6
  • Volontari: 1
  • Organigramma / Definizione ruoli
    2 mediatori culturali, 1 mediatore linguistico e 3 operatori

Comune di Foggia

Help Center


Provincia di Foggia

Servizio operatori sportello help center


ANCI

partenariato


Contatti Ente gestore

  • Responsabile: Leonardo Ricciuto
  • Indirizzo: via Gramsci 8/b D - 71100 Foggia (FG)
  • Telefono: 340 3101148
  • Sito web: www.facebook.com

Contatti Help Center

  • Responsabile: Antonio Defeudis
  • Telefono Responsabile: 0881 311874
  • Indirizzo: Stazione ferroviaria P.za Vittorio Veneto - 71100 Foggia (FG)
  • Telefono: 0881 311875/4
  • E-mail: foggia@onds.it

La stazione

Di Foggia si sente parlare poco. Pur essendo una media città di più di centocinquantamila abitanti, non è né una meta culturale, né una città turistica, né un centro industriale di rilievo. Gioca, però, un ruolo importante nell’economia della Puglia e in quella della vasta area agricola in cui si trova, la Capitanata, e rappresenta una delle tante realtà di medie dimensioni di cui a volte ci si dimentica, perché giornali e televisioni non ci trovano niente di interessante. Il fenomeni sociali, in questi contesti, sono meno noti, ma non meno evidenti. La stazione di Foggia non è molto grande: ha otto binari passanti, alcuni binari tronchi per il traffico passeggeri e un importante scalo merci, con diversi fabbricati annessi. Gli esercizi commerciali sono pochissimi e tutti funzionali al flusso dei passeggeri dei treni. Il disagio sociale alla stazione di Foggia si concentra soprattutto nella zona del piazzale antistante, molto trafficato per via delle numerose linee di trasporto locale che vi si incrociano. 

Ed è proprio sul parcheggio Metropark del piazzale che si affaccia l’Help Center, nei pressi degli uffici della Polfer. La vicinanza fisica tra i vari cosiddetti attori di stazione, resa ancora più stretta dalla consuetudine che si crea nei piccoli centri, ha favorito la collaborazione tra le strutture e ha prodotto un impatto positivo su tutto lo scalo ferroviario: dalla percezione di sicurezza da parte dei viaggiatori, all’offerta di soluzioni alternative alle persone senza dimora.