Città / Stazioni » Catania

 

L'Help Center si configura come un centro di accoglienza diurno e di pronto soccorso sociale per persone in condizione di povertà ed a forte rischio di esclusione sociale: senza dimora, immigrati (rifugiati, richiedenti asilo, irregolari), persone sole, con sofferenza mentale, con (ex) dipendenza (Alcool e tossicodipendenze), in situazione di crisi economica e di grave emarginazione sociale.
Il centro si propone di potenziare gli interventi di inclusione sociale attraverso "servizi di prossimità" rivolti al soddisfacimento delle basilari esigenze di vita delle persone che vivono ai margini della società e ridurre in loro il senso di isolamento.
La metodologia di intervento si incentra su di un progetto di recupero e reinserimento sociale, lavorando in rete con le altre strutture di assistenza, pubbliche e private, presenti sul territorio.
Il Centro è a bassa soglia, ma gli ospiti sono tenuti al rispetto del regolamento, in caso di ripetute violazioni possono esserne, infatti, allontanati per un certo periodo. Le persone alterate non vengono ammesse in struttura, se necessario gli vengono forniti all'esterno pasti a sacco ed un kit igienico. Per i servizi di riduzione del danno (cura dell'igiene, mensa, abiti) non è richiesta la presentazione di un documento e la registrazione. Per l'accesso ai servizi di ascolto, orientamento lavorativo, consulenza legale, psicologica è richiesta invece l'identificazione e la compilazione della scheda di ascolto contenente le generalità e la rilevazione di bisogni, richieste ed interventi effettuati.



Scheda Help Center

Rapporto annuale Help Center ONDS 2017


Totale ingressi 91.200
Totale azioni sociali 126.474
Totale utenti 617
Totale nuovi utenti 362

Caritas Diocesana


La Caritas Diocesana, organismo pastorale dell’Arcidiocesi di Catania, ha l’obiettivo di animare, coordinare e promuovere la testimonianza comunitaria della carità. Ha finalità prettamente educative basate sulla pedagogia dei fatti che si pone come obiettivo la crescita di ogni persona e dell’intera comunità cristiana attraverso esperienze concrete, significative, partecipate.

Presente dal 2006 alla stazione di Catania con il Pronto Soccorso Sociale - Help Center, la Caritas è attiva in città dal 1975 con numerose iniziative e strutture. Per quanto riguarda l’accoglienza, le strutture principali sono il Dormitorio e Centro multiculturale Santa Chiara, per uomini, la Casa San Vincenzo, per donne sole e con bambini e un gruppo appartamento, aperto nel 2009, che ospita 5 uomini in un progetto di seconda accoglienza, diurna e notturna, in semi-autonomia. Per le attività diurne, gestisce il centro di pronta accoglienza a bassa soglia Laboratorio della Pace e, nel quartiere di Librino, il centro Talità Kum, dove circa 150 minori usufruiscono di sostegno scolastico, attività laboratoriali, ludiche, formative e sportive. Oltre ai servizi di bassa soglia, la Caritas dispone anche di un’unità di strada, di un centro di ascolto, di un servizio di animazione culturale di strada, attivo nei quartieri maggiormente a rischio della città. Grande attenzione è dedicata anche alla comunicazione, con il giornale di strada Scarp de tennis e con Telestrada, una web tv che produce informazioni e servizi televisivi sul mondo della grave emarginazione e della vita quotidiana vista da chi la vive in prima persona. La Caritas Diocesana sostiene anche misure preventive, che aiutano le famiglie in ristrettezze economiche a non finire in strada: il “Prestito della Speranza”, un fondo di garanzia per finanziamenti a tasso agevolato e varie iniziative di microcredito, d’intesa con la Banca di Credito Cooperativo Etnea.

Servizi Offerti

ll Centro a bassa soglia svolge attività di orientamento sociale e primo intervento: centro diurno, attività di accoglienza, ascolto, segretariato sociale, servizi di riduzione del danno (cura dell'igiene, mensa, abiti), orientamento lavorativo, consulenza legale e psicologica, accompagnamento di emergenza, corsi di italiano, Redazione giornale e TV di strada (Scarp De tenis e Telestrada), iniziative culturali, sensibilizzazione, Unità di strada. In particolare questo ultimo servizio svolge un prezioso lavoro, costituisce una sorta di "ambulanza" per raggiungere le persone gravemente emarginate nei luoghi in cui vivono la desolazione, solitudine e disperazione. Numerosi i casi di persone "trasportate" al pronto soccorso sociale per essere curate del loro male di vivere ed avviate nei reparti speciali (case di prima e seconda accoglienza, gruppi appartamento, servizi sociali ed agenzie del territorio). Il servizio è stato incrementato e migliorato grazie all'acquisto di un pulmino per il trasporto dei volontari e dei beni di prima necessità.
Si segnalano come laboratori educativi e professionalizzanti avviati nel presente anno sociale:

  • Scarp de' tenis:  giornale di strada che si occupa dell'esperienza e della vita dei "senza casa" ma anche di temi e fenomeni che sono preludio alla caduta "sulla strada": impoverimento e indebitamento, precarietà lavorativa e abitativa, dipendenze. Tenta anche di offrire una lettura in positivo della realtà della strada, dalle forme di solidarietà che vi si manifestano alle espressioni culturali che essa suscita e ospita. Attualmente è diffuso a Milano, Genova, Firenze, Torino, Napoli, Palermo, Catania, Rimini, Vicenza. La redazione è composta da circa 30 collaboratori interni ed esterni. La rivista è venduta in strada da dove nasce, nelle comunità parrocchiali ed in luoghi simbolo della città dietro cui a volte si nasconde il silenzio e l'indifferenza. Una prima parte del giornale è dedicata all'approfondimento di tematiche di interesse nazionale per poi dare spazio alle singole redazioni locali, alla rubrica Ventuno di economia sostenibile e solidale ed infine a storie, racconti, poesie.
  • Telestrada: la prima web tv di strada (www.telestrada.it) che ha l'obiettivo di sensibilizzare e diffondere sulla rete l'attenzione e la solidarietà. 


Il centro è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 21 (sabato, domenica e festivi iniziative culturali di sensibilizzazione ed autogestione). In dettaglio i servizi e gli orari di svolgimento:

  • Ascolto, Segretariato sociale (lun-ven, 9-12);
  • Orientamento al lavoro (lun-ven 9-12; mar e giov 15.30-17.30);
  • Consulenza legale (lunedì 16-18);
  • Consulenza psicologica (giovedì 9-12);
  • Accompagnamento di emergenza (lun-dom h 24)
  • Mensa (lun-ven 19.30-20.30);
  • Distribuzione cibo, vestiario (lun-ven 9-12);
  • Servizio docce (lun-ven 9-12);
  • Corsi di italiano per stranieri (lun, mar, mer, ven 18:00-19:30);
  • Redazione Scarp De tenis (mar e gio 15.30-17.30);
  • Redazione Telestrada (mar, ven 15.30-17.30);
  • Iniziative culturali, sensibilizzazione (sab e dom);
  • Autogestione (sab-dom) su richiesta;
  • Unità strada (lun-ven dalle 21, 3 gg/settimana servizio diurno).

Orari

Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21.
  • Data apertura Help Center: dicembre 2006

Ubicazione Centro

  • Città: Catania
  • Stazione: Catania Centrale
  • Numero Stanze: 5
  • Ampiezza totale spazi (mq): 152

Personale Impiegato

  • Operatori: 7
  • Volontari: 450
  • Organigramma / Definizione ruoli
    Operatori: n. 1 Assistente sociale coordinatrice, n. 1 Responsabile amministrativo e progettista, n. 1 Segretaria, Ufficio stampa, Addetti manutenzione e decoro locali. Vontari: n. 1 psicologa, n. 3 avvocati per consulenza legale, n. 20 medici per rete sanitaria, n. 15 insegnanti per scuola di lingua italiana, n. 350 addetti mensa, n. 20 addetti unità di strada, n. 30 accoglienza e gestione servizi igienico sanitari.

Fondo diocesano per la carità

Help Center


Fondo CEI 8x1000

Finanziamento servizi prossimità


Regione Sicilia

Progetti di contrasto alle povertà


Enel Cuore

Acquisto Pulmino/Ristrutturazione locale


Contatti Ente gestore

  • Responsabile: Don Pietro Galvano
  • Indirizzo: Via Acquicella 104 - 95122 Catania (CT)
  • Telefono: 095 2161224
  • Fax: 095 8840600
  • Sito web: www.caritascatania.it

Contatti Help Center

  • Responsabile: Valentina Calì
  • Telefono Responsabile: 095 530126
  • Indirizzo: Stazione di Catania C.le, Piazza Papa Giovanni XXIII - 95129 Catania (CT)
  • Telefono: 095 530126
  • Fax: 095 530126
  • E-mail: catania@onds.it
  • Sito web: www.caritascatania.it

La stazione

Con poco meno di 300mila abitanti, che aumentano di una volta e mezza nell’area metropolitana, Catania è il centro principale della Sicilia Orientale, idealmente la sua capitale, aperta sul mare e sovrastata dall’Etna.La stazione centrale si trova a ridosso della scogliera lavica, appena fuori dal centro storico, in un punto di incrocio particolarmente caotico e trafficato. L’edificio principale è in tipico stile “ferroviario”: a due piani, con due corpi annessi laterali, si affaccia su piazza Giovanni XXIII, nodo di interscambio con le maggiori linee di bus e con la metropolitana. Ai nove binari per i viaggiatori si affianca il fascio merci, la platea per il lavaggio dei treni, i binari tronchi per le auto al seguito. Un’area, dunque, molto diversificata, complessa da governare e da presidiare: se l’edificio passeggeri può essere chiuso durante la notte, i fabbricati laterali, alcuni dei quali ormai inutilizzati, i treni in sosta sui binari di servizio, la piazza di fronte raccolgono un numero notevole di persone senza dimora, che finiscono col confondersi col nutrito sottobosco di piccoli delinquenti, spacciatori, parcheggiatori abusivi, prostitute e prostituti. Gli interventi sociali a Catania Centrale devono dunque tenere conto di forme eterogenee di disagio, non sempre riconducibili direttamente alla stazione, ma certo di grande impatto sui passeggeri dei treni e sugli utenti dei mezzi pubblici. Per questo l’Help Center è una struttura a bassa soglia, interessata ad intercettare il maggior numero possibile di persone in difficoltà.