Città / Stazioni » Bologna

La stazione di Bologna ha storicamente avuto un presidio fisso per il supporto alle persone in condizione di disagio sociale. Per anni, il Posto di Ascolto ha operato fornendo supporto materiale e ascolto alle persone in difficoltà presso i locali concessi da FS Italiane lungo il binario 1 della stazione. Con l’incremento della complessità dei bisogni rilevati in stazione, è stato avviato un percorso con i diversi attori interessati – dal Comune di Bologna, ai rappresentanti delle società del Gruppo FS Italiane, agli interlocutori sociali – che ha condotto all’apertura del nuovo Help Center lo scorso 26 febbraio. Situato nel piazzale est in prossimità del binario 4 della stazione di Bologna, è attivo tutti i giorni dell’anno, in orario pomeridiano, come servizio di prossimità dedicato alle persone senza dimora. Lo sportello è rivolto ad adulti in condizione di grave emarginazione sociale, privi di un’abitazione stabile, con difficoltà economiche, sanitarie o relazionali, e si propone come servizio di prossimità a cui le persone possono accedere liberamente in maniera diretta e senza filtri.

Lo sportello dell’Help Center è stato voluto dal Comune di Bologna, in collaborazione con ASP Città di Bologna. Attualmente è gestito dalla cooperativa sociale La Strada di Piazza Grande. Il mandato è quello di cogliere il bisogno, espresso o inespresso, delle persone che si rivolgono allo sportello e tradurlo nel “linguaggio” della città per orientare verso i Servizi sociali e sanitari più adeguati presenti sul territorio.

L’Help Center per realizzare ciò vuole lavorare su più livelli:

  • l’incontro con la persona senza dimora o in situazione di emarginazione;
  • la riflessione su temi legati all’homelessness da restituire alla città e la costruzione di cultura nuova in relazione a contesti poco esplorati;
  • il monitoraggio degli ambienti della stazione;
  • la costruzione della rete formale dei servizi del Comune di Bologna, di ASP e del privato sociale;
  • il raccordo con il mondo del volontariato presente in stazione;
  • la rete nazionale ONDS (Osservatorio Nazionale Disagio Sociale).

 



Scheda Help Center

La Strada di Piazza Grande Cooperativa Sociale


La cooperativa sociale La Strada di Piazza Grande, attuale gestore dell’Help Center della stazione di Bologna centrale, è una cooperativa nata nel 1997 dall’associazione Amici di Piazza Grande, presenza storica nella città di Bologna su temi dell’emarginazione, famosa per il primo giornale italiano fondato da persone senza dimora, tuttora distribuito. Attualmente i soci e i dipendenti stanno specializzando il loro operato nei servizi rivolti a persone in condizione di grave esclusione abitativa e sociale a Bologna e provincia, sviluppando e gestendo diversi servizi pubblici: il Servizio sociale a bassa soglia, l’Housing first, il Centro d’accoglienza Rostom, il Servizio mobile di sostegno e l’HCBO+. La scelta della cooperativa è quella di impiegare le proprie energie per realizzare interventi innovativi, sperimentando e proponendo nuovi modelli rivolti sia ai singoli, sia ai nuclei familiari. Ultima di queste sperimentazioni riguarda l’applicazione del modello housing first alle famiglie sfrattate. All’interno della cooperativa è presente anche un settore che si occupa di inserimento lavorativo per persone in progetti di inclusione e sostegno (ad esempio l’ambito delle pulizie o del recupero di mobili e vestiti in collaborazione con HERA spa).

La cooperativa è composta prevalentemente da giovani soci lavoratori sotto i 35 anni, provenienti da percorsi professionali e formativi specializzati nel lavoro in contesti di marginalità.

Contatti Ente gestore

  • Indirizzo: via Natalino Corazza 7/8 - 40128 Bologna (BO)
  • Telefono: 051 372223
  • Fax: 051 0391100
  • E-mail: [email protected]

Contatti Help Center

  • Responsabile: Ilaria Avoni, Francesca Spinato
  • Indirizzo: piazzale est Stazione Bologna centrale, via Barozzi 5 – 40126 Bologna
  • Telefono: 051 0562810
  • E-mail: [email protected]
  • Sito web: www.piazzagrande.it

La stazione

Negli ultimi anni la stazione di Bologna sta subendo importanti cambiamenti strutturali che ne modificano fortemente l’aspetto: all’edificio originale, modesto rispetto all’importanza del nodo ferroviario, si va aggiungendo una parte nuova e moderna. In questa fase di trasformazione rimane invece costante la presenze di persone che vivono la stazione come una casa. La sera soprattutto la sala d’aspetto, che rimane aperta 24/24 pur con parziali chiusure durante la notte, diventa un luogo di riparo e ritrovo per decine di persone; altre preferiscono la riservatezza e la tranquillità dei binari.
A Bologna numerose sono le associazioni che, a testimonianza della forte vocazione sociale della città, raggiungono lo scalo per la distribuzione di vestiti, cibo e medicinali, oltre al Servizio Mobile di Sostegno che su mandato del Comune di Bologna effettua uscite serali in stazione per agganciare chi non ha gli strumenti per recarsi ai servizi in autonomia.