Persone senza dimora e integrazione socio sanitaria


Pubblicato il 20.10.2017 in Eventi

L’integrazione socio-sanitaria nell’ambito dei servizi per le persone senza dimora è una sfida che impegna da tempo operatori del settore e decisori politici, nella ricerca di strade economicamente sostenibili ed efficaci dal punto di vista terapeutico.  L’esercizio del diritto costituzionale alla salute nel nostro Paese è garantito da strutture pensate per chi è in grado di autodeterminarsi, di identificare i propri bisogni e provvedervi autonomamente. 

Per chi non ha casa, ma vive in strada o si appoggia a strutture di accoglienza, l’accesso alle cure specialistiche, un rapporto regolare con il medico di base, la possibilità di trascorrere una convalescenza che non vanifichi l’intervento sanitario rappresentano problemi insormontabili che si traducono spesso nella rinuncia alla cura di sé. 

Sul fronte dei servizi, il ruolo e la responsabilità degli operatori sociali nell’accompagnare le persone senza dimora in un percorso terapeutico, così come l’intervento non in emergenza su chi vive in strada, restano questioni aperte, che finora hanno trovato soluzioni basate sulla creatività dei singoli, su finanziamenti temporanei e sul volontariato. Nell’ambito della stazione di Roma Termini, ad esempio, sono noti il Poliambulatorio Caritas e, presso l’Help Center, l’unità mobile socio-sanitaria con la presenza di un infermiere, mentre il centro polivalente Binario 95 ha sperimentato negli ultimi mesi la presenza di un medico “di famiglia” – il “Dottor Binario” - che si reca regolarmente a visitare e seguire gli ospiti.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto Frecciarosa, la campagna per la prevenzione del tumore al seno realizzata dalla Associazione IncontraDonna Onlus in partenariato con Ferrovie dello Stato Italiane, che quest’anno prevede, nell’ultima settimana di ottobre, una sessione di visite dedicata alle utenti senza dimora degli Help Center di Roma, Firenze e Napoli.

Con l’occasione si intende favorire una riflessione più generale sulla salute delle persone senza dimora con una tavola rotonda, promossa in collaborazione con il Polo Sociale Roma Termini proprio per esplorare la possibilità di consolidare vecchie e nuove partnership, intorno alle necessità emergenti in fasce di popolazione sempre più ampie.

Interverranno:

Dott.ssa Carlotta Ventura, Direttore Centrale Brand Strategy e Comunicazione di FS
Prof.ssa Adriana Bonifacino, docente di Oncologia Medica, Presidente di IncontraDonna Onlus
Dott.ssa Maria Chiara Maestrini, Area Sanitaria Caritas Roma
Prof. Mauro Ceccanti, del Centro di riferimento Alcologico Regione Lazio, Policlinico Umberto I 
Dott.ssa Miriam Castaldo, INMP
Dott.ssa Angelina Di Prinzio, Dipartimento Promozione dei servizi sociali e della salute di Roma Capitale
Dott. Antonio Vannisanti, Dirigente Segreteria Assessore Politiche Sociali, Sport e Sicurezza - Regione Lazio
Dott. Alessandro Radicchi, Direttore Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarietà nelle stazioni

Modera: Fabrizio Schedid, Responsabile Polo Sociale Termini e Vicepresidente Europe Consulting Onlus


26/10/2017


Autore: Onds
Fonte: Onds